Condizionatore

condizionatore.it



Le varie Tipologie di Condizionatore

Il Condizionatore (o Climatizzatore) è disponibile sul mercato in varie forme e modelli (fisso, portatile ...) e tipologie (on-off, inverter, solo freddo, a pompa calore ...).

Possiamo però intanto dividere i Condizionatori in due segmenti ben disitinti tra loro:

- Condizionatore d'Aria "SOLO FREDDO";
- Condizionatore d'Aria "A POMPA DI CALORE";

La principale e sostanziale differenza tra queste due tipologie di Condizionatori è che il CONDIZIONATORE A POMPA DI CALORE, oltre a rinfrescare l'aria in estate, nei mesi invernali può anche riscaldare l'aria, semplicemente invertendo il proprio ciclo di funzionamento.

Una ulteriore importante suddivisione è quella relativa al tipo di alimentatore installato che ne determina il funzionamento e di conseguenza i consumi energetici, ovvero:

- Condizionatore d'Aria con alimentazione ON-OFF;
- Condizionatore d'Aria INVERTER.

I Condizionatori ON-OFF, tecnologicamente più semplici e meno costosi, determinano un elevato consumo energetico e quindi un maggior costo di funzionamento rispetto ai Condizionatori INVERTER.

Il Condizionatore ON-OFF, appena acceso (ON), va immediatamente alla massima potenza di funzionamento e vi permane, fermandosi (OFF) quando sarà raggiunta nell'ambiente la temperatura desiderata, ripartendo poi (ON) quando la temperatura dell'ambiente varierà nuovamente.

Il Condizionatore INVERTER ha una tecnologia "modulante", ovvero un assorbimento energentico ed un funzionamento che consente di utilizzare solo la potenza necessaria per raggiungere il valore di temperatura desiderata, ovviamente impostandola nel condizionatore tramite gli opportuni settaggi. Infatti il compressore interno, inizialmente eroga la massima potenza, per poi diminuirla gradualmente fino al raggiungimento della temperatura impostata. E senza fermarsi, mantenerla, con la potenza minima necessaria.

Pertanto il Condizionatore con tecnologia INVERTER è certamente conveniente in caso di utilizzo prolungato (molte ore, giorni, di funzionamento), altrimenti il risparmio derivato dal minor consumo energetico potrebbe non arrivare a riassorbire il maggior costo sostenuto all'acquisto, rispetto ad un Condizionatore con alimentazione ON-OFF.

Per quanto concerne le forme dei vari modelli Fissi a parete, Fissi a Soffitto o Portatili, oggi c'è veramente l'imarazzo della scelta. Dal semplice Condizionatore portatile a forma di parallelepipedo di plastica su quattro piccole ruote, sino a condizionatori Fissi a parete che fungono da vere e proprie "teche per stampe retroilluminate", che a prima vista possono sembrare dei Monitor LCD o dei quadri con cornici moderne e di Design.

La capacità refrigerante (frigorie), o della pompa di calore (calorie), dei Condizionatori d'Aria viene espressa internazionalmente, e da alcuni anni anche in Italia, in BTU (acronimo di British Thermal Unit).
1 BTU corrisponde approssimativamente a 252 Calorie.



Classificazione Consumo Energetico del Condizionatore

I Condizionatori ad Aria, così come quasi tutti gli elettrodomestici, devono riportare chiaramente (a cura del produttore) la "Classe del Consumo Energetico".

AA: ottimo
  A: buono
  B: più di medio
  C: medio
       D: mediocre
  E: basso
  F: molto basso
  G: pessimo

I produttori di Condizionatori ad Aria, che intendono commercializzare i propri prodotti in Italia o in Europa sono vincolati dalle norme europee sul risparmio energetico e quindi sono obligati a esporre in maniera ben visibile la Classe di Consumo Energetico del Condizionatore prima di porlo in vendita.